I Parchi d'Abruzzo, protezione e salvaguardia dell'ambiente

Il territorio regionale è costellato da molti parchi dove la protezione e la salvaguardia della natura rivestono la massima importanza. Ai tre Parchi Nazionali che si estendono sul territorio abruzzese, si aggiungono un parco regionale e ben 38 aree protette. Il territorio della regione che gode di una qualche forma di tutela a salvaguardia della natura raggiunge addirittura il 39%, rendendo questa regione la leader nazionale nella protezione dell'ambiente.

In questi parchi hanno trovato protezione specie a forte rischio di estinzione come l'orso bruno marsicano, il lupo appenninico e il camoscio d'Abruzzo.

I tre parchi principali che coprono il territorio abruzzese sono il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, il Parco Nazionale della Maiella ed il Parco Regionale Sirente Velino. A questi si aggiungono 14 riserve statali, 24 riserve regionali e 12 parchi a gestione privata o semi-pubblica.

In regione il WWF gestisce ben otto oasi: Abetina di Rosello, Calanchi di Atri, Cascate del Rio Verde, Diga di Alanno, Gole del Sagittario, Lago di Penne, Lago di Serranella, Sorgenti del Pescara .

Legambiente, invece, gestisce le Riserve naturali delle Gole di San Venanzio, del Monte Genzana e di Zompo lo schioppo.

Molte altre associazioni ambientali gestiscono riserve più piccole e contattando l'ente per il turismo si potranno ottenere notizie più approfondite sulle aree protette visitabili più vicine al proprio luogo di villeggiatura.

Cerca